Superbonus 110%, cessione del credito e sconto in fattura anche per GLI IMPIANTI VIMEC

DETRAZIONI FISCALI:

Dal 01.01.2022 e fino al 31.12.2022 alla possibilità di detrazione del 75% in 5 anni si affianca l’agevolazione della cessione del credito (ovvero dello sconto in fattura).

Che cosa significa? In pratica il cliente cede alla banca convenzionata con Vimec l’intera detrazione di cui ha diritto, per ricevere da subito la stessa somma decurtata degli interessi bancari.

Il vantaggio per il cliente è che invece di aspettare dieci anni per ricevere quanto gli spetta, tiene nel proprio portafoglio da subito una parte considerevole dell’importo in questione.

Quando se ne ha diritto:

  1. a) nel caso in cui l’acquisto di un impianto per il superamento barriere venga inserito in interventi di efficientamento energetico degli edifici (c.d. ECOBONUS volto al miglioramento di almeno 2 classi energetiche) come intervento «trainato» gode della detrazione del 110% su 5 anni se fatto in favore di:
    • persone portatrici di handicap ai sensi della legge n.104/92,
    • soggetti oltre i 65 anni di età;

b) nel caso in cui si proceda alla realizzazione di interventi direttamente finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, con i seguenti limiti di spesa:

  • euro 50.000,00, per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  • euro 40.000 per ciascuna unità immobiliare per edifici composti da due a otto unità immobiliari;
  • euro 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

Le nuove norme, istituendo una detrazione “ad hoc” per interventi di superamento barriere, eliminano – nel caso di cessione o sconto – la necessità di ricomprendere l’intervento all’interno di opere di ristrutturazione edilizia, o di ordinaria o straordinaria manutenzione.

L’ asseverazione da parte di un tecnico non è più necessaria per gli interventi di edilizia e per valori complessivi inferiori a 10.000 euro.

In questo caso la cessione del credito o sconto in fattura è un’opzione ulteriore insieme al superbonus 110%.

In entrambi casi, la verifica in merito alla specifica applicabile nel proprio caso spetta al cliente, che avrà sempre bisogno dell’asseverazione di un tecnico in materia urbanistica/edilizia.

Le soluzioni Vimec per l’abbattimento delle barriere architettoniche e la cessione del credito

Vimec offre un’ampia gamma di soluzioni su misura che si distinguono per funzionalità, solidità e affidabilità:

Gli impianti Vimec possono fruire della cessione del credito;

  • Gli ascensori per la casa necessitano di pratica edilizia quindi nella gran parte dei casi si affiancano già ad interventi di straordinaria manutenzione (apertura solai, apertura di muri perimetrali…) nelle abitazioni private;
  • Nei condomìni è sufficiente che l’impianto Vimec si inserisca in lavori di manutenzione ordinaria;
  • Rispetto alle ipotesi di detrazione del 110% (dove l’impianto, con precisa destinazione d’uso, si inserisce all’interno di un progetto complesso di riqualificazione energetica), la cessione del 75% del credito è lo strumento più immediato, fruibile da ogni cliente, anche se con un basso reddito!

AGEVOLAZIONI FISCALI ALL’ACQUISTO DEI PRODOTTI VIMEC

L’acquisto di un impianto per superare le barriere architettoniche rappresenta una scelta importante, anche dal punto di vista economico, per questo è importante sapere che i prodotti Vimec godono di 4 diverse forme di agevolazioni fiscali previste per legge:

a) Contributi statali per l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati;


b) Per interventi di abbattimento di barriere architettoniche, è prevista una detrazione IRPEF pari al 50%;


c) Nel caso in cui i prodotti Vimec costituiscano spese sanitarie per portatori di handicap, godono di detrazione IRPEF al 19%;


icopdf Scarica il pdf informativo

Grazie al Decreto Sviluppo un impianto Vimec acquistato e installato entro il 31 dicembre 2022 ha la DETRAZIONE IRPEF DEL 75%!

Scegliere una poltroncina montascale o un ascensore per la casa Vimec… conviene!

Le agevolazioni fiscali introdotte dalla Legge Di Bilancio per la ristrutturazione della casa e per l’abbattimento di barriere architettoniche (scale, gradini, marciapiedi, e dislivelli in genere) hanno introdotto sia l’aumento della detrazione ai fini Irpef dal 50% al 75% della spesa sostenuta che l’incremento del tetto di spesa, che passa 50.000 euro per le abitazioni unifamiliare.

Grazie a queste misure è possibile risparmiare più della metà della spesa.

Questa agevolazione sarà valida fino al 31 dicembre 2022  e farà fede la data del bonifico di pagamento dell’impianto. La detrazione al 75% è disponibile sia per chi risiede in un immobile di proprietà sia in affitto.

Anche un condominio con delibera di acquisto in assemblea può usufruire di queste agevolazioni. La detrazione del 75% sarà ripartita in base ai millesimi dei singoli condomini che hanno partecipato alla spesa.
In più, la detrazione è cumulabile con i contributi concessi dalla Legge 13/1989 sull’abbattimento barriere architettoniche e con la detrazione del 19% prevista dal DPR 917/1986. 

Contatta subito Vimec per saperne di più e ricevere, senza impegno e gratuitamente, la visita del consulente professionista, che potrà supportarti nella scelta della soluzione più adatta alle esigenze di te, della tua famiglia e della tua casa.

Torna su